our blog

PERCHÉ È IMPORTANTE SVILUPPARE UN’APP MOBILE?

Sviluppare un’applicazione per device mobili vuol dire creare un servizio disponibile a 360°, in totale libertà di accesso e utilizzo

Le motivazioni che possono spingere un’azienda a creare un’app possono essere o di tipo aziendale o di tipo commerciale: nel primo caso si tratta di soddisfare un bisogno dell’azienda stessa, come ad esempio creare un’app gestionale; nel secondo caso è finalizzata al raggiungimento di obiettivi aziendali quali la vendita, la lead generation, ecc.

In entrambe i casi è facilmente intuibile il perché si scelga di creare un’app mobile: tutti utilizzano quotidianamente il proprio smartphone, nell’arco di una giornata in media ciascuno di noi controlla il proprio smartphone fino a 80 volte, per un arco complessivo di tempo che di media si aggira intorno alle 3 ore giornaliere. Il 90% di questo tempo è dedicato all’utilizzo delle app.

Cosa vuol dire questo? Vuol dire che creando un’app hai a disposizione un bacino di utenti potenzialmente enorme.

Perché proprio un’app? Perché sono un paio d’anni ormai che è stata riscontrata la preferenza degli utenti ad accedere a contenuti e servizi sul web tramite piattaforme mobili piuttosto che da postazioni fisse: i mobile device hanno superato i pc.

È vero che ad ora la maggior parte dei siti sono intrinsecamente responsive e quindi visibili e adattabili a ciascun dispositivo, ma la qualità e i servizi offerti dalle app sono superiori (se non lo sono è inutile sviluppare l’app). Affinché l’utente e il potenziale cliente installi la tua app, infatti, è necessario fare sì che essa offra un servizio utile, qualcosa in più rispetto al sito, che sia magari più rapida o più facile, che ad esempio offra la possibilità di effettuare l’acquisto diretto di prodotti o servizi, la produzione di contenuti, la visione di un catalogo, la risoluzione di un problema e così via.

I vantaggi delle app mobili: per te e per il cliente

Sviluppare un’app non è facile, né economico. Ma ne vale la pena. Perché? Una volta generata l’idea e individuato il metodo di realizzazione, la app di base va da sé, nel senso che ad esempio parte del tuo servizio in realtà verrà erogato grazie all’hardware del dispositivo stesso (per esempio la fotocamera dello smartphone), la funzionalità della tua app sarà a disposizione in ogni momento per il tuo cliente e allo stesso modo il tuo cliente sarà da te reperibile grazie alle notifiche push che potrai inviare anche quando l’app non è in esecuzione.
Altri caratteri positivi delle app risiedono nella loro natura informatica: più libertà di progettazione nell’interfaccia e quindi più ampio margine di personalizzazione e brandizzazione, funzionalità anche offline, migliori prestazioni e una migliore integrazione col sistema.
In ultimo, ma non per importanza, la questione economica. Si può davvero guadagnare grazie alle app? Assolutamente sì. Ci sono diversi modi e questi sono quelli più utilizzati:

  1.  App gratuita con pubblicità
  2. App gratuita con acquisti in app: costi una tantum per sbloccare più funzionalità
  3. App a pagamento: per scaricarla l’utente deve versare un corrispettivo
  4. App a pagamento con abbonamento: quota da versare ogni tot di tempo

VUOI SVILUPPARE UN’APP PER I TUOI CLIENTI O PER FACILITARE I TUOI PROCESSI AZIENDALI?

CLICCA QUI!

Aldous Huxley
CHE COS’È LO STORYTELLING?