our blog

F8 2019: TUTTE LE NOVITÀ SUI SOCIAL NETWORK

F8: il futuro di Facebook, Messenger, Instagram e WhatsApp

Un F8 pieno di novità quello di quest’anno. L’annuale conferenza per gli sviluppatori del colosso di Menlo Park, che quest’anno ha contato la partecipazione di più di 5 mila utenti, si è svolto all’insegna di tre, più o meno nuove, parole d’ordine: “privacy, comunità, stile”.

Mai come in questa conferenza sono state annunciate così tante novità e cambiamenti tanto sostanziali: Zuckerberg ha parlato della nuova pelle che vestirà facebook a breve, ha annunciato il lancio di un nuovo sistema di messaggistica ancora più veloce e potente e una serie di novità che vedranno al centro la privacy.

Scopriamo insieme le novità delle piattaforme social del futuro!

PRIVACY: Future is Private!

Ecco il motto di questa edizione del F8. Stona un po’ in un contesto così social: le piattaforme di condivisione pubblica più usate al mondo, come idea di privato hanno relativamente poco!

Privacy gives us the freedom to be ourselves!”, dice Mark Zuckerberg, e chiarisce la questione: quello della privacy è ormai assodato come tema scottante, di interesse per la società e per gli utenti; la tendenza a ridurre l’esposizione della propria vita sui social è un dato di fatto. Stiamo entrando in una nuova era del Social Network, che non è più mera condivisione: bisogna assecondare il bisogno di sicurezza, la voglia di sapere che ciò che condividiamo oggi non potrà essere usato contro di noi in futuro, per capirci.

“Facebook negli ultimi 15 anni è stato costruito come fosse l’equivalente digitale di una piazza di città, nel senso di spazio pubblico; ora abbiamo bisogno di quello che sia il corrispettivo di un salotto privato digitale” ha affermato Mark, riferendosi ad una piattaforma che venga trasformata in base alla nuova challenge che si pone agli utenti dei social: dopo aver unito e connesso tutto il mondo, ora facebook deve aiutare i suoi utenti a ritrovare il loro “posto” all’interno di questo mondo ormai così grande e unito. Come? Attraverso tools che permettano una comunicazione one-to-one, tra pochi e che rendano incredibilmente sicuri queste tipologie di interazioni (le conversazioni su Messenger diventeranno criptate di default), e che infine siano utili ad implementare i Gruppi, visti come gli giusti spazi “di ritrovo” dove poter incontrare persone che condividano i nostri stessi interessi, hobby, pensieri.

6 sono i punti cardine di questo nuovo capitolo di Facebook:

  • Interazioni private
  • Crittografia
  • Permanenza ridotta
  • Sicurezza
  • Interoperabilità
  • Sicurezza della memorizzazione dei dati

COMMUNITY STYLE: una nuova interfaccia all’insegna delle community

Sarà il restyling più consistente degli ultimi anni. Dichiarato come F5, il facebook 5.0:  si tratta di un’interfaccia più chiara, veloce e pulita, studiata per dare più spazio e centralità all’essenza del social network: le community, ovvero i Gruppi e gli Amici.

Nuova Tab Eventi

Da questa estate verrà data ancora più visibilità agli eventi con una tab dedicata che conterrà raccomandazioni, gli eventi nelle vicinanze e favorirà l’incontro con gli amici. Viene da chiedersi se questo significa che le pagine avranno ancora meno visibilità in questo nuovo ecosistema (ed è altamente probabile), ma per saperlo dovremo attendere gli sviluppi dei prossimi mesi.

Nuova Group Tab

Con una nuova grafica mirata a facilitare l’individuazione dei Gruppi ai quali potremmo essere interessati e una sezione aggiornamenti dedicata. Non solo, si potranno condividere i post direttamente nei Gruppi e si troveranno raccomandazioni sui Gruppi da seguire in tante sezioni della piattaforma, Marketplace e Watch inclusi. Alcune categorie riceveranno nei prossimi mesi degli importanti update, ad esempio nei gruppi dedicati al lavoro sarà disponibile un nuovo modello per le offerte di lavoro e modalità più semplici per fare le application, mentre nei gruppi di Vendita e Acquisto sarà ancora più facile far domande sui prodotti e fare ordini.

Nuovo Facebook Dating

Esatto, si tratta di appuntamenti amorosi, attraverso il tool Secret Crush, che un po’ sul prototipo di tinder funziona su un “ricambio” di interesse segreto: sarà possibile attivare una funzionalità che permette di stilare una lista di amici con i quali vorremmo approfondire conoscenza, se la persona che vi abbiamo inserito utilizza a sua volta Facebook Dating riceverà una notifica che qualcuno (anonimo) ha un cd. Crush nei suoi confronti, se poi a sua volta questa persona ha inserito il nostro nome all’interno della sua propria lista viene attivato il Secret Crush e quindi il matching (se invece non sei ricambiato tranquillo, nessuno saprà mai che lo hai inserito in lista).

Altra novità è Meet New Friends, per aiutare le persone a iniziare amicizie con nuove persone dalle loro comunità come ad esempio attraverso canali come scuola, posto di lavoro o città. È opt-in, quindi a totale discrezione degli utenti: ciò vuol dire che vedrai solo quelle persone che hanno espressamente optato per il tools e che quindi sono disposti a incontrare nuovi amici e viceversa.

MESSENGER

Maggiore velocità e più leggerezza per l’applicazione, in connubio però con l’annunciata interoperabilità: sarà possibile, a breve, contattare gli amici anche su WhatsApp e Instagram, senza uscire dall’app di Messenger.

Altro importante cambiamento, che si verificherà nel prossimo autunno, riguarderà Messenger App per Desktop: un desktop tool che permetterà di fare call di gruppo, sia su Windows che MacOS, tante funzioni di condivisione e interazione, e tanto altro.

La piattaforma subirà modifiche anche a favore delle aziende: verranno infatti integrati nel pannello gestione inserzioni dei modelli per le Lead Ads, sarà così possibile creare inserzioni che portino gli utenti direttamente su messanger per un Q&A utile a conoscerli meglio. Inoltre verrà aggiunta la funzionalità che permette di fissare gli appuntamenti, in modo che i brand possano fissare, direttamente tramite messanger, meeting con clienti e potenziali clienti.

Si sta procedendo a una “correzione” dell’algoritmo in modo tale che trovare il contenuto dalle persone a cui si è più legati sia ancora più semplice. La cd. opzione Close Friends, ossia uno spazio appositamente dedicato in cui trovare le storie e i messaggi con i tuoi amici e familiari più cari. Potrai anche condividere frammenti della tua giornata (stories) e scegliere esattamente a chi mostrare cosa.

INSTAGRAM

Instagram, in linea con le altre piattaforme, verrà indirizzato verso una forma più “privata”, più “intima” e sicura. A partire da un’attenzione particolare al problema che affligge molti, troppi degli utenti di questo social: il bullismo. Haters, bulli, fake accounts, è tutto ciò che la piattaforma dovrà combattere.

Come? A partire dalle impostazioni privacy, dalle impostazioni di moderazione dei commenti e dalla funzione (in prova) Away Mode, da attivare nel caso in cui si senta il bisogno di distaccarsi dal social per un po’; ed infine le impostazioni sulle restrizioni legate ai singoli account: non sarà più necessario bloccare un utente, ma si potrà regolare esattamente in che modo e con quale livello di libertà i vari utenti interagiscono con il nostro account e i nostri contenuti.

Il più “sconvolgente” cambiamento che è stato millantato sulla piattaforma di Instagram è quello che viene chiamato “private like counts”, che ad oggi è ancora solo un test (ristretto allo stato del Canada). Ma in cosa consisterebbe? I singoli like ricevuti dai post pubblicati sarebbero resi noti solamente all’autore, ma non a chi li vede da fuori.  Si tratta di un vero e proprio hiding al pubblico dei like accumulati da un determinato contenuto: nessuno eccetto il proprietario della foto saprà i nomi utente di chi gli ha messo like.

Ma non finisce qui, il numero dei follower (un po’ come è successo per i like su Facebook) verrà reso meno prominente sui profili, sempre nell’ottica di dare più importanza ai contenuti che alle vanity metrics.

Primo implemento riguarda lo shopping che diventerà più diretto: con le future integrazioni sarà possibile acquistare direttamente i prodotti, senza dover uscire dalla piattaforma. Proprio come avviene con la funzionalità di check-out, sarà possibile acquistare i prodotti taggati in foto senza dover arrivare sulla pagina e-commerce del brand del prodotto, ciò comporterà anche una maggiore cooperazione tra i brand e gli influencer.

Altra introduzione invece ha uno stampo più umanitario: riguarda gli sticker per la raccolta fondi. Sarà possibile raccogliere soldi per organizzazioni no profit ed Onlus direttamente su Instagram, proprio come già avviene su Facebook. Attraverso degli sticker speciali da aggiungere alle Stories, gli utenti potranno attivare le raccolte fondi per l’organizzazione indicata, ovviamente il 100% del ricavato sarà devoluto interamente alla no profit prescelta.

Miglioramenti anche a livello camera. Verrà introdotto anche il Create Mode che permette di condividere pensieri e contenuti da zero, senza che ci sia necessariamente un’immagine di partenza o un video di fondo.

WHATSAPP

Per quanto riguarda l’app di instant messaging più usata del mondo diciamo che sostanzialmente non ci saranno molti cambiamenti. La questione privacy viene ribadita e ripresa anche in questo caso, ma già tanto è oggettivamente stato fatto (quasi la totalità delle funzioni di messaggistica di whatsapp sono già crittografati).

Una delle novità riguarda l’introduzione del Product Catalogues, per i business: ossia un catalogo su whatsapp che lasci comunicare dai business ai clienti quali sono i prodotti disponibili all’acquisto, una sorta di e-commerce ridotto insomma.

Altro nuovo tools è, se anche è solo in test in India, è quello del trasferimento economico. “Mandare soldi alle persone a noi care dovrebbe essere semplice come mandargli una foto” ha detto nel suo discorso Mark. Sarà possibile inviare tramite whatsapp delle cifre pecuniarie, come fosse Paypal, più o meno. Le prove effettuate finora sembrerebbero positive, ma ancora non è nulla di certo.

ORA ONLINE IL NUOVO SITO DI TENNIS & FRIENDS TARGATO BOOLE01!