Google Mobile-First Indexing: il desktop abdica a favore del Mobile

Il 1 luglio 2019, come annunciato lo scorso 26 marzo, Google attiverà il Mobile First Indexing.

Di cosa si tratta? È necessario dare prima una definizione.

Che vuol dire Mobile First Indexing?

Il Mobile First Indexing è un nuovo sistema di indicizzazione delle pagine web introdotto da Google. Esso prevede che nella valutazione e nell’assegnazione del ranking avrà priorità di analisi la versione mobile dei vari si ti web. Tra tutte le versioni create per un sito (tablet – desktop – mobile) verranno analizzati in primis i contenuti di quella mobile. Cambia dunque il criterio primario di classificazione, che sarà determinata dunque dalla qualità di fruizione dei contenuti tramite device mobile.

La decisione di Google dimostra quanto ormai sia importante e imprescindibile avere un sito che sia mobile friendly, anzi addirittura mobile first. Tale scelta deriva dalla constatazione che è ormai appurato il costante aumento dell’utilizzo di dispositivi mobile da parte dei consumatori, che esigono avere informazioni sempre di più chiare, precise e immediate.

Per ricapitolare, i nostri sistemi di scansione, indicizzazione e classificazione hanno in genere utilizzato la versione desktop del contenuto di una pagina, cosa che però potrebbe causare problemi agli utenti che effettuano la ricerca via mobile nel caso in cui tale versione sia molto diversa da quella mobile. L’indicizzazione mobile-first significa che utilizzeremo la versione mobile della pagina per l’indicizzazione e il ranking, per aiutare meglio i nostri utenti, principalmente mobili, a trovare ciò che stanno cercando.

– Tratto dal post di Fan Zhang, Software Engineer, Google

Dal canto degli utenti, si continuerà a navigare e a fruire i siti web come fatto fino ad oggi. Ciò che cambierà sarà più dal punto di vista dello sviluppo, oltre che un radicale cambio di visione da parte di brand ed eCommerce. A riguardo Google ha rilasciato una “Guida per gli sviluppatori” consultabile al link https://developers.google.com/search/mobile-sites/mobile-first-indexing appunto per “prepararsi all’indicizzazione con priorità per i contenuti per dispositivi mobili“.

Mobile Content vs. Desktop Content

La priorità principale sarà quella di uniformare e migliorare il contenuto del tuo sito web dal lato Mobile.

In considerazione di questi mutamenti in realtà sarebbe l’intera produzione di contenuti a dover essere rivista. Non più pensare i contenuti in funzione desktop, per poi adattarli al mobile, ma invertire il processo: creare contenuti mobile, da adattare in seconda base al monitor.

Diventa dunque importante, sia per i digital content manager sia per i graphic designer, valutare ex-novo approcci e idee, dalla grafica ai contenuti, in funzione della risoluzione e delle misure degli schermi mobile.

Mobile User Experience

Prima regola. Gli utenti mobile hanno poco tempo e bisogno di risposte veloci, chiare e soddisfacenti. Per rispondere a questi bisogni, e per fare sì che il Mobile Indexing accresca il ranking del sito, la User Experience lato mobile dovrà essere la priorità.
Quando la user experience mobile è positiva?

  • Design Responsive
    Parlare di lato mobile apre una serie abbastanza variegata di condizioni. Mentre, in linea di massima, le misure dei desktop sono più o meno standard, quando si parla di dispositivi mobili il novero di possibilità accresce esponenzialmente. Un sito non user friendly e che non si adatta facilmente ai diversi dispositivi, comporta una percentuale di bounce più alta. Nella valutazione dunque sarà l’appeal del design della homepage, la facilità di lettura e di ricerca di informazioni a fare la differenza: più sarà apprezzato dagli utenti e più alto sarà il suo ranking.
  • Velocità
    10 secondi è la soglia di attesa media tollerata dagli utenti mobile: velocità di caricamento e di risposta diventano dunque cruciali. Google PageSpeed Insights è un ottimo alleato per riuscire a migliorare questi fattori, essendo questo tool in grado di analizzare un sito e di dedurre le migliorie necessarie per ottenere una buona PageSpeed.

Il vostro sito è mobile optimized? Siete pronti per il Google Mobile-First Index?

No?

Contattaci, ci penseremo noi.

 

F8 2019: TUTTE LE NOVITÀ SUI SOCIAL NETWORK

F8: il futuro di Facebook, Messenger, Instagram e WhatsApp

Un F8 pieno di novità quello di quest’anno. L’annuale conferenza per gli sviluppatori del colosso di Menlo Park, che quest’anno ha contato la partecipazione di più di 5 mila utenti, si è svolto all’insegna di tre, più o meno nuove, parole d’ordine: “privacy, comunità, stile”.

Mai come in questa conferenza sono state annunciate così tante novità e cambiamenti tanto sostanziali: Zuckerberg ha parlato della nuova pelle che vestirà facebook a breve, ha annunciato il lancio di un nuovo sistema di messaggistica ancora più veloce e potente e una serie di novità che vedranno al centro la privacy.

Scopriamo insieme le novità delle piattaforme social del futuro!

SMM: QUANTO CONTA AVERE UNA BUONA GESTIONE DEI SOCIAL NETWORK AZIENDALI?

Il Social Media Manager, l’ultima frontiera del business management!

I servizi di Social Media Marketing e di gestione delle pagine aziendali sono sempre più ammessi come una parte essenziale di una Strategia di Marketing efficiente. Per comunicare, promuovere, vendere e aumentare la notorietà di aziende e liberi professionisti, al tempo d’oggi, i Social Network sono indispensabili per un’azienda, e di conseguenza lo è anche un Social Media Manager.

5. PESCE D’APRILE : LO SCHERZO CHE FA PUBBLICITA’ | #ilovemarketing

Offerte pazze, annunci improvvisi di chiusure aziendali e lanci di mercato poco credibili: it’s April Fools’ Day!

Oggi non c’è spazio per i permalosi, è il Primo di aprile, e ogni scherzo è lecito! E lo sanno bene i reparti marketing di tanti brand, che hanno colto l’onda di allegria e leggerezza che contraddistingue questa tradizione per portare un po’ di engagement al loro brand strappando una risata ai consumatori.

“SKOLSTREJK FOR KLIMATET”: IL CASO VIRALE DI GRETA THUNBERG

#FridaysForFuture – Sciopero Globale is the new Friday!

Venerdì di sciopero degli studenti, oggi 15 marzo. Ma gli scioperi degli studenti per l’ambiente non sono una novità e sono anzi sempre più frequenti, quindi fin qui nulla di eccessivamente straordinario. Se non fosse che si tratta di uno sciopero degli studenti indetto a livello globale, riguardante la questione del cambiamento climatico, che ha coinvolto e trovato l’appoggio delle principali associazioni ambientaliste su scala mondiale e che il tutto parta da una ragazzina svedese di soli 16 anni e affetta dalla sindrome di Asperger.

Si chiama Greta Thunberg, e sicuramente la avete già sentita nominare.

COME FARE LEAD GENERATION?

Cos’è un lead? Quanti tipi di leads esistono? Come si generano nuovi clienti? Quali sono le strategie migliori per la lead generation?

“Lead generation”, o in italiano “generazione di potenziali clienti” è quel processo di richiamo e conversione dell’interesse di un utente nei confronti di un prodotto o servizio di una certa azienda. Si tratta in pratica di tutte quelle varie azioni strategiche mirate ad attirare potenziali clienti verso la tua attività, per portarli all’acquisto.

IL PERFORMANCE MARKETING: OTTENERE I RISULTATI CHE VUOI IN UN’UNICA MOSSA

Qual è la definizione di Performance Marketing?

Online Performance Marketing è un modello di marketing online in cui l’inserzionista paga solamente per i risultati ottenuti’’, così ha definito il PM la Performance Marketing Association , organizzazione di cui fanno parte compagnie come Google, eBay o Amazon chiarisce che questa pratica di marketing è finalizzata a generare una risposta degli utenti: che sia una sottoscrizione, un login, un clic a un link, un like o un acquisto, per esempio.

COS’È L’EMAIL MARKETING? COME FARLO?

Che l’obiettivo sia acquisire nuovi clienti, fidelizzarne altri, o convincerli ad acquistare qualcosa (call to action): l’email marketing è la soluzione.

L’Email Marketing è uno degli strumenti di comunicazione pubblicitaria più efficaci e potenti della comunicazione digitale.

Un ponte che unisce aziende e consumatori: questo è l’email marketing. Un tipo di marketing diretto che attraverso la posta elettronica mette in contatto un brand con i suoi potenziali clienti, amici, fedeli consumatori, colleghi, competitors, etc..

L’EVOLUZIONE TECNOLOGICA DEL BUSINESS MARKETING: LA MARKETING AUTOMATION

Che cos’è il Marketing Automation?

Con la locuzione Marketing Automation ci si riferisce in linea generale a tutte quelle piattaforme software progettate al fine di automatizzare le attività ripetitive di un dato business, soprattutto nell’ottica di ottenere una migliore gestione, efficacia, controllo e misurazione delle attività di demand generation.