Meta cambia tutto

Meta cambia tutto

In una mossa senza precedenti, Meta, il gigante tecnologico con sede a Menlo Park, sta attuando una serie di cambiamenti significativi nei suoi servizi di Facebook e Instagram per gli utenti europei, in risposta alle nuove normative del Digital Markets Act (DMA) dell’Unione Europea.

Questa evoluzione riflette un crescente sforzo di conformità alle regole del mercato digitale europeo, con un impatto diretto sull’esperienza dell’utente e sul modo in cui le piattaforme social gestiscono i dati degli utenti.

Il DMA, un insieme di regole dell’UE che mirano a regolamentare i mercati digitali, impone alle cosiddette aziende “gatekeeper” (con una capitalizzazione di mercato di almeno 75 miliardi di euro e un fatturato annuo di 7,5 miliardi di euro, oltre a 45 milioni di utenti attivi e una piattaforma per gli utenti) di trattare i propri prodotti e servizi allo stesso modo di quelli delle aziende rivali.

 

Nuove Opzioni di Personalizzazione per gli Utenti

Dal 22 gennaio, Meta ha confermato che introdurrà nuovi strumenti che permetteranno agli utenti di Facebook e Instagram di avere un maggiore controllo su come fruire dei propri servizi.

Questo cambiamento segue il percorso tracciato da Google, che ha annunciato cinque giorni prima modifiche simili in vista dell’entrata in vigore del DMA il prossimo 7 marzo.

Gli utenti di entrambe le piattaforme riceveranno notifiche che li informeranno sulla possibilità di scegliere se condividere o meno le proprie informazioni tra i vari social e le varie piattaforme. In particolare, sarà possibile gestire separatamente gli account di Facebook e Instagram, una mossa che rappresenta un netto distacco dalla precedente integrazione tra i servizi.

 

Impatto sui Servizi di Meta

Gli iscritti a Facebook avranno la possibilità di scegliere se collegare o meno il proprio account a quello di Messenger, oppure mantenere due profili separati. Analogamente, chi ha collegato il proprio profilo Facebook a quello di Instagram potrà optare per una gestione separata, cessando la condivisione di informazioni tra i due servizi. Questa funzione sarà estesa anche ai servizi di Gaming e Marketplace di Meta.